ADOLESCENZA E RISCHIO PSICOLOGICO – Dott.ssa Nadia Sanza | Psicologo Potenza | Psicologo Advanced Certified Schema Therapist www.psicologopotenza.it
Usa la scala arcobaleno per valutare il rischio psicologico in adolescenza, sia nel complesso che su elementi specifici. www.psicologopotenza.it dott.ssa Nadia Sanza, psicologo , 3471043731, Via dei Malinari, 10a Potenza
adolescenza Nadia Sanza, Potenza, www.psicologopotenza.it
5102
post-template-default,single,single-post,postid-5102,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

ADOLESCENZA E RISCHIO PSICOLOGICO

Questa tabella è una scala arcobaleno di valutazione del rischio psicologico in adolescenza.

La scala arcobaleno serve a fare una valutazione (assessment) sul grado di rischio psicologico in adolescenza. Infatti, attraverso una descrizione chiara di vari comportamenti che abbracciano varie aree: il rapporto con se stessi ed il proprio corpo, i comportamenti con gli altri in famiglia e fuori, il comportamento rispetto alla vita quotidiana, alla scuola, alle amicizie ed alle altre sfide tipiche di quest’età, sarà possibile capire qual è lo stato di rischio psicologico dei ragazzi/ragazze dai 12 ai 20 anni circa e decidere se intervenire e come.

La scala arcobaleno può essere usata per guardare ad un adolescente nel complesso o dopo qualche incidente o difficoltà in particolare che egli possa aver presentato.

Se si dovessero riscontrare nella vita di un adolescente anche solo uno dei fattori dell’allerta arancione o rossa, una consulenza psicologica sarebbe opportuna.

Si tenga presente che ci sono altri comportamenti che rientrano nell’allerta arancione – rossa, che sono:

  • tutte le forme di autolesionismo, tra cui il graffiarsi, il tagliarsi, il procurarsi delle contusioni, le bruciature, lo sbattere la testa…
  • tutte le forme di ritiro ed evitamento, quelle lievi e quelle severe, fuga dal contatto e dalla relazione con gli altri sia nella che fuori della famiglia
  • un eccessivo uso dei social, delle chat, dei giochi al computer, dei video o altro materiale su Internet, in particolare se fatto nella propria stanza e da soli.

 

Dott.ssa Nadia Sanza
nadiasanza@gmail.com

Psicologo Clinico, Psicoterapeuta, Advanced Certified Schema Therapist. Studio in Via dei Molinari, 10a Potenza. +393471043731

No Comments

Post A Comment

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com