La Mindfulness è un insieme di abilità che deriva dalla pratica di meditazione tipica della tradizione Buddista, pur non implicando alcun concetto tipicamente religioso.

Nella Terapia Dialettica Comportamentale (DBT) di M. Linehan (Trattamento Cognitivo-comportamentale del Disturbo Bordeline. Il modello dialettico. Cortina Ed. 2001),

 

la MINDFULNESS 

indica la capacità di riuscire ad essere pienamente consapevoli e partecipi,

nel momento presente, sperimentando le proprie emozioni, pensieri e sensazioni corporee

senza giudicarle e senza reagire ad esse. 

 

Un altro concetto correlato alla Mindfulness dalla Linehan è quello della “mente saggia“, ossia la capacità di privilegiare la conoscenza intuitiva, che integri la mente più propriamente razionale e la mente cosiddetta emotiva.

La Mindfulness permette di considerare le proprie cognizioni e le emozioni dalla prospettiva di un osservatore, come fossero separate sia dal sé che dal mondo esterno. All’inizio di ogni attività, come quando si impara a suonare il piano, siamo molto attenti (partecipiamo in modo consapevole), per esempio notiamo la posizione delle dita sulla tastiera e contiamo a voce alta le battute (osservazione attiva) e siamo perciò in grado di descrivere chiaramente i vari comportamenti che si susseguiranno.

Un atteggiamento di Mindfulness si presenta tutte le volte che apprendiamo un comportamento nuovo, quando ci sono dei problemi, quando è necessario operare un cambiamento: potremmo dire che in questi momenti la nostra mente è pienamente consapevole, attenta, osservante, concentrata su quello che stiamo facendo (e pensando).

La Mindfulness, proprio nel senso di questa competenza di fare una cosa per volta, pienamente concentrati e attenti al nostro presente, stando fuori dalla nostra mente o piuttosto stando nel qui ed ora, può essere un grande aiuto in caso di ansia e/o depressione (http://www.psicologopotenza.it/2017/05/24/psicologo-potenza-nadia-sanza-mindfulness-consapevolezza-ansia-depressione/).

Proprio quando la mente è piena (the mind is full) di altre cose (pensieri-immagini-ricordi-emozioni), non direttamente collegate a quello che stiamo facendo o particolarmente dolorose o assillanti, possiamo usare esercizi di Mindfulness per avere cura di noi e rimanere nel ‘qui ed ora (http://www.psicologopotenza.it/2019/11/24/5-sensi-mindfulness-nadia-sanza-cura-di-se-stessi-psicologo-potenza-schema-therapy/.

Giova inoltre imparare ed esercitarsi ad osservare con Mindfulness non solo gli eventi esterni, le persone, le cose intorno a noi ma anche i nostri stessi pensieri ed emozioni, ricordi e preoccupazioni, immagini mentali, aspettative nonché azioni o risposte comportamentali. Con l’esercizio della Mindfulness possiamo imparare a non giudicare, a non attivarci necessariamente o impulsivamente, a non reagire automaticamente, riuscendo pertanto a non farcene influenzare non farcene troppo influenzare. Un esempio è l’effetto positivo che un approccio Mindfulness al cibo (http://www.psicologopotenza.it/2019/01/15/nadia-sanza-mangiare-con-consapevolezza-mindful-eating/) può avere, anche in casi di difficoltà nel comportamento alimentare, o rispetto alla rabbia cronica e ad altri tipi di impulsività (vedi il post sull’Accettazione delle Emozioni http://www.psicologopotenza.it/2019/01/19/accettazione-emozioni-sofferenza-emotiva-mindfulness-regolazione-emozionale-www-psicologopotenza-it-nadia-sanza-psicologo-potenza/).

 

Spread the love
About Dott.ssa Nadia Sanza

Psicologo Clinico, Psicoterapeuta, Advanced Certified Schema Therapist, EMDR

Studio in Via dei Molinari, 10a Potenza.
+393471043731

Add Your Comment